About writing

 

“If you find that writing is hard,
it’s because it is hard”
(William Zinsser, On Writing well)

Mi domando se sia più facile convincersi a fare le cose difficili che però tirano fuori quel buono che ti sa rendere felice dentro o soffermarsi sulle cose più semplici che costano meno fatica all’inizio ma che l’energia te la spremono solo per disperderla nell’ambiente. L’assenza di dolore è il mezzo per essere felici?

Non finirò mai di stupirmi ti tutte quelle volte che volendo cambiare, in realtà mi sono fossilizzata a seguire la strada facile per tralasciare compiti che ritenevo difficili; che avevo paura mi avrebbero costato troppa fatica.

Voltandomi indietro, ho dovuto sempre consatare come le cose facili abbiano in realtà richiesto molta più fatica di quelle considerate difficili, senza rendere la felicità che speravo.

È fuggire il dolore (e la fatica e la sconfitta) che ci consente di essere felici?

Ora la risposta mi appare semplice e oserei dire lapalissiana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...