Una società che funzioni

festa-della-donna-storia-e-origine-dell8-marzo_165029_bigNonostante gli uomini continuino a provocare con la solita frase: O, be’, dimmi allora il nome del più famoso cuoco, la storia del mondo è costellata di donne che lo hanno cambiato e non e’ necessario citare solo casi eclatanti come Giovanna D’Arco.

È nel quotidiano che l’eroe combatte la sua battaglia.

L’apporto della donna è stato fondamentale per la storia umana e non solo perchè, come si dice, dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. L’Hiragana, per esempio, la scrittura autoctona (e non l’importazione dei caratteri cinesi) in Giappone nasce e si sviluppa nelle corti proprio ad opera delle donne e l’informatica che ha così radicalmente cambiato le nostre vite (al punto di parlare di ‘nativi digitali’ per i bimbi nati negli ultimi vent’anni) trae origine dal lavoro prevalentemente femminile a partire da Ada Lovelace, nipote del piu’ famoso Lord Byron.

È ovvio che in una società ‘maschilista’ (e passatemi il termine per indicarne la leadership prevalente) sorgeranno alla ribalta le cosiddette ‘affinità elettive’ (i masch sono cosi’ bravi, dicono, a fare cameratismo) ma chi vuole analizzare la catena di cause ed effettti della storia, non potrà ignorare quello che è accaduto dopo il passaggio di una Montalcini, Hack, Fallaci, Montessori (solo per citarne alcune nostrane) fin anche alla Iris nella resistenza. Seguendo il loro sentiero, ci sono persone che hanno cambiato le vie dell’autostrada del mondo intero.

image

Iris Versari

Non sto dicendo che siamo meglio o peggio. Non apro nessuna (stupida) guerra dei sessi. Dico solo, citando per l’appunto un uomo che stimo enormemente, che

Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell’esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell’amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere.

(Giovanni Falcone)

E’ finita l’era degli “eroi” falsi e bugiardi. L’eroe non e’ il super mega figo protagonista della storia (sfatiamo il mito del leader carismatico che piace tanto oggi). L’eroe (e qui cito un altro uomo che mi piace, in arte il Rinoceronte) e’ colui che agisce nel quotidiano; che magari nessuno ha mai elogiato ma che con il suo agire ci ha mostrato il cammino. E con ‘colui’ intendo ‘persona’, o uomo o donna non importa, l’importante e’ che ci mostri che la cosa giusta esiste e si puo’ fare contro ogni parere, contro ogni andazzo, senza aspettarci che qualcuno capisca e approvi.

E concludo con la voce di una donna:

Non permetterò a nessuno di farmi sentire inferiore senza il mio permesso. (Eleanor Roosevelt)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...